Questo sito contribuisce alla audience di

bàncomat o bancomàt

sm. inv. [sec. XX; banco+(tele)mat(ica)]. Sistema interbancario di sportelli automatici che consente ai portatori di una tessera magnetica dotata di un codice personale, di prelevare autonomamente denaro contante dagli sportelli automatici degli istituti aderenti al sistema. E' inoltre possibile effettuare con questa carta di debito, il pagamento di beni e servizi presso esercizi commerciali muniti di una apposita apparecchiatura automatica che consente l'autorizzazione e la registrazione in tempo reale del pagamento sui conti del portatore della carta e dell'esercente. Sono in fase di sperimentazione nuovi sistemi di protezione che, superando quello attualmente rappresentato dalla tessera magnetica e dal codice numerico personale, puntano sulla biometrica, cioè il riconoscimento di una caratteristica fisica della persona (impronta digitale, occhi attraverso il disegno dell'iride). In particolare, il riconoscimento dell'iride avviene sfruttando la tecnologia dell'iris scanning, peraltro già impiegata negli ambienti militari e dalle grandi aziende americane: una telecamera a sensori speciali individua il volto e la posizione degli occhi, mentre una seconda telecamera cattura un'immagine digitale in bianco e nero dell'occhio (il fatto che sia in bianco e nero rende il sistema affidabile anche se la persona porta occhiali o lenti a contatto o in caso di oscurità o invecchiamento del soggetto), su cui viene sovrapposta una "griglia" che contiene la mappa d'identificazione dei vari utenti, similmente a quanto avviene per il codice a barre usato per i prodotti dei supermercati. La mappa identifica l'iride del cliente in circa due secondi, confrontandolo con una banca dati contenente migliaia di informazioni.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti