Questo sito contribuisce alla audience di

bastióne

sm. [sec. XV; da bastìa].

1) Elemento di fortificazione in terra o in muro innestato all'incontro di due cortine angolari. Le sue parti sono: due facce, due fianchi, una gola, la scarpata, la batteria. Il bastione ebbe vasta applicazione nell'arte fortificatoria quando, a partire dal sec. XV, si fece sempre più distruttiva la potenza delle armi da fuoco. Con il bastione gli ingegneri militari della Rinascenza risolsero il problema del fiancheggiamento. Anche nei secoli successivi il bastione rimase elemento fondamentale nella sistemazione difensiva delle piazzeforti. Solo con il sec. XIX, per l'aumentata gittata e precisione delle artiglierie e per la crescente mole degli eserciti, le fortezze a recinto bastionato si dimostrarono insufficienti ai bisogni della difesa.

2) Fig., riparo, difesa, baluardo: “la montagna è davanti come il bastione della solitudine” (Gadda).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti