Questo sito contribuisce alla audience di

battipalo

sm. [sec. XVII; impt. di battere+palo]. Macchina per l'infissione di pali nel terreno. È costituita sostanzialmente da un'incastellatura sostenente l'elemento di guida del palo e dal maglio o mazzapicchio e da un dispositivo di azionamento di quest'ultimo. Nel tipo più semplice di battipalo, detto a tirelle, il maglio è sospeso all'estremità di una fune che passa attorno a una carrucola, posta alla sommità dell'incastellatura, e si ramifica all'estremità opposta in vari capi (tirelle) per mezzo dei quali gli operai addetti sollevano il maglio che viene poi lasciato cadere di colpo. Nei battipali a scatto o a ritorno di fune, il maglio è trascinato da una fune continua collegata a un verricello comandato da un motore; il distacco del maglio all'altezza stabilita è determinato da un particolare apparecchio a scatto. Negli altri tipi di battipalo meccanico funge da maglio il cilindro o lo stantuffo di una motrice a movimento verticale. Gli elementi principali da determinare nell'uso dei battipali sono il peso, l'altezza di caduta e la frequenza di caduta del maglio, che devono tener conto del tipo, delle dimensioni e del materiale di cui è costituito il palo onde impedirne l'instabilità elastica per carico di punta durante l'infissione. Allo scopo di evitare la rottura della testa del palo, la si protegge mediante cuffie metalliche o cuscinetti di ammortizzazione.

Media


Non sono presenti media correlati