Questo sito contribuisce alla audience di

biuréto

sm. [da bi-+urea]. Denominazione comune della carbamilurea, composto di formula H₂NCONHCONH₂, che si ottiene per riscaldamento dell'urea o per trattamento dell'urea con cloruro di tionile. È una polvere cristallina igroscopica, facilmente solubile in soluzioni alcaline e in acqua calda. Possiede modeste proprietà antibatteriche, diuretiche e ipotensive, ma non trova applicazione in medicina a causa della sua azione irritante a carico delle vie urinarie. Le soluzioni acquose, trattate con solfato di rame e idrato sodico, sviluppano un'intensa colorazione rosso-violetto (reazione del biureto). Tale reazione deriva dalla presenza di gruppi carbamidici –CONH– ed è utilizzata in pratica per il riconoscimento dei polipeptidi e delle sostanze proteiche.

Media


Non sono presenti media correlati