Questo sito contribuisce alla audience di

borneòlo

sm. [dal nome dell'isola di Borneo+-olo]. Composto organico, detto anche canfora del Borneo, di formula bruta C₁0H₁7OH, contenuto in vari oli essenziali ed estratto prevalentemente dalla Dryobalanops aromatica, albero originario del Borneo.

Si ottiene facilmente per sintesi mediante riduzione della canfora. È una massa cristallina, incolore o brunastra, di odore aromatico e sapore bruciante, insolubile in acqua, facilmente solubile nei solventi dei grassi. Trova impiego in profumeria e in chimica farmaceutica. Dal borneolo vengono sintetizzati vari composti che trovano applicazione in medicina, tra cui il bromo-isovalerianato e l'isovalerianato di bornile, dotato di azione ipnotica e sedativa, il cloruro di bornile, usato come antisettico, il salicilato di bornile, antinfiammatorio locale, ecc.

Media


Non sono presenti media correlati