Questo sito contribuisce alla audience di

bréccia (lessico)

sf. (pl. -ce) [sec. XVI; dal francese brèche, risalente al germanico *breka, frattura, rottura].

1) Apertura o varco praticato nelle mura allo scopo di penetrare all'interno di un castello o di una piazza fortificata: fare, aprire una breccia. Prima della scoperta della polvere nera, le brecce venivano aperte con arieti o altre macchine d'assedio; successivamente con mine. Con l'avvento delle artiglierie d'assedio, l'apertura di brecce divenne molto facile e impose un totale cambiamento nella progettazione delle opere di fortificazione. Nella storia d'Italia è ricordata come particolarmente significativa la breccia di Porta Pia (20 settembre 1870).

2) Loc. fig.: far breccia su qualcuno, nell'animo di qualcuno, riuscire a persuaderlo, conquistare la sua benevolezza e il suo affetto; battere in breccia, battere l'avversario all'ultimo momento oppure confutare una dopo l'altra le tesi dell'avversario; cadere sulla breccia, nel pieno adempimento del proprio dovere in piena attività; stare, essere sulla breccia, esercitare un'attività o professione con molto successo, godere un momento di particolare favore.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti