Questo sito contribuisce alla audience di

brónco (anatomia)

sm. (pl. -chi) [dal greco brónchos, gola]. Tratto delle vie aeree che dalla biforcazione della trachea va al parenchima polmonare. I bronchi, inizialmente due (grossi bronchi) nella parte extrapolmonare, sono situati nel mediastino fra i due polmoni e al di sotto della trachea con cui sono in rapporto di continuità. Hanno forma cilindrica, quello di destra è più corto e tozzo (20-25 mm di lunghezza e 15 di larghezza) rispetto a quello di sinistra (lungo anche 45 mm e largo 10). Sono costituiti da una serie di anelli cartilaginei incompleti posteriormente, dove si trova il muscolo bronchiale; internamente sono tappezzati da mucosa rivestita da epitelio vibratile ricco di ghiandole bronchiali; esternamente i grossi bronchi sono avvolti da una tunica fibrosa. Dopo essere penetrati nei polmoni, attraverso gli ili, i bronchi si ramificano (albero bronchiale) in canali a sezione decrescente, che si distribuiscono nei polmoni sia nella parte extraparenchimale sia in quella parenchimale (bronchioli). § In anatomia comparata i bronchi con struttura parenchimatosa sono esclusivi di Mammiferi, Uccelli e alcuni rettili (varani, cheloni, coccodrilli): in particolare, gli Uccelli presentano una rete bronchiale che, anastomatizzata con i bronchi, dà origine ai sacchi aerei extrapolmonari. Negli altri tetrapodi a polmoni sacciformi, sono chiamati impropriamente bronchi gli spazi delimitati dalle pareti dei setti.

Media


Non sono presenti media correlati