Questo sito contribuisce alla audience di

bracco

sm. (pl. -chi) [sec. XIII; germanico brakko]. Nome generico con cui si designa un importante gruppo di cani da caccia da ferma, a pelo raso. Il bracco italiano, ben conformato, vigoroso, ha orecchie pendenti e accartocciate, piuttosto lunghe, e occhi gialli od ocracei. Ve ne sono di due varietà: il bianco-arancio e il roano-marrone. La statura varia tra i 55 e i 67 cm al garrese. La coda è corta. Il bracco unghereseèdi taglia media, con orecchie sottili che ricadono aderenti alla testa; ha pelo raso, in tutte le variazioni del giallo crusca con preferenza per quelle scure. Il bracco tedesco comprende due varietà: il Kurzhaar (pelo corto) e il Drathaar (pelo duro); il primo ha orecchie moderatamente lunghe, ricadenti, piatte, occhi di colore bruno, coda corta, pelo raso, duro al tatto. Il colore è variabile: marrone senza macchie oppure con piccole macchie bianche o picchiettature al petto e arti; roano-marrone scuro con testa marrone, macchie e picchiettature marroni; roano-marrone chiaro con testa marrone, macchie e picchiettature marroni; bianco con maschera marrone, macchie e punteggiature marroni; nero nelle gradazioni rispettivamente del marrone e del roano-marrone. Il maschio misura dai 62 ai 64 cm al garrese; la femmina è leggermente più bassa. Il Drathaar ha pelo lungo da 4 a 5 cm, di durezza simile al filo metallico, mai arricciato. Il colore è dato da peli marroni intimamente frammisti a peli bianchi con macchie marroni, testa marrone con maschera, variazioni fino al marrone scuro o unicolore marrone. Misura da 58 a 62 cm il maschio, da 56 a 60 cm la femmina. Altri bracchi molto noti sono: blu d'Alvernia, francese, di San Germano, d'Ariège, del Bourbonnais, Dupuy. § Il termine è entrato nell'uso comune, nel senso fig. di investigatore di polizia, sbirro, segugio: “Mi misi a camminargli dietro come un bracco di questura” (De Amicis).

Media

BraccoBraccoBracco

Collegamenti