Questo sito contribuisce alla audience di

brucina

sf. [dal francese brucine]. Alcaloide amaro contenuto nei semi di Strychnos nux-vomica (noce vomica) e di Strychnos ignatii (fava di S. Ignazio), di formula C₂₃H₂6O4N₂. Ha proprietà farmacologiche e tossicologiche simili a quelle della stricnina, rispetto alla quale è tuttavia meno attiva. In presenza di minime quantità di acido nitrico o di nitrati, le soluzioni di brucina si tingono intensamente di rosso; tale reazione viene sfruttata in chimica analitica per il riconoscimento dello ione NO₃-. La brucina viene impiegata industrialmente per denaturare l'alcol e vari oli e per separare miscele racemiche di sostanze aventi carattere acido. È stato anche proposto il suo impiego come additivo di lubrificanti.

Media


Non sono presenti media correlati