Questo sito contribuisce alla audience di

còclea

sf. [sec. XVI; dal latino cochlĕa, chiocciola].

1) Dispositivo meccanico costituito da una vite elicoidale rotante entro una carcassa fissa, generalmente a forma di tubo, atto a trasportare materiali solidi o soluzioni viscose per semplice rotazione della vite. La portata di tali trasportatori è funzione della profondità della gola della vite, del passo e della velocità di rotazione. La coclea, detta anche vite di Archimede in quanto si ritiene inventata da questi, un tempo impiegata essenzialmente per il sollevamento dell'acqua, è usata, per esempio, nell'industria alimentare, per il trasporto di materiali in grani o in polvere su brevi distanze.

2) Nell'anfiteatro romano, passaggio destinato alle fiere.

3) Raro, scala a chiocciola.

4) Parte dell'orecchio interno, dalla forma simile a chiocciola (nome con cui è anche nota), costituita da una cavità tubolare che si avvolge a spirale su se stessa, protetta da una parte ossea. Corrispondente al labirinto anteriore, la coclea è sede dell'organo del Corti.

Media


Non sono presenti media correlati