Questo sito contribuisce alla audience di

còsta (anatomia)

Guarda l'indice

Anatomia umana

Ciascuna delle 24 ossa di forma allungata e arcuata (12 per ogni lato) che si dipartono dalle vertebre dorsali (con cui si articolano) per unirsi anteriormente allo sterno mediante una parte cartilaginea (cartilagine costale). Una diretta articolazione costo-sternale si ha però solo per le prime 7 coste (coste vere o sternali); le tre successive (coste false o asternali) si congiungono, attraverso propria cartilagine, con la settima costa vera; le due ultime (coste fluttuanti) non hanno rapporto con lo sterno, ma presentano un'estremità terminale libera. In ogni costa, la parte ossea si può distinguere in un'estremità o testa, ingrossata, in rapporto articolare con le vertebre; un breve segmento appiattito (collo) che presenta una tuberosità, e infine un tratto appiattito (corpo) che costituisce la maggior porzione della costa. Costa, rachide dorsale e sterno formano la cassa o gabbia toracica, la cui funzione è quella di proteggere gli organi in essa contenuti.

Anatomia comparata

Le coste mancano nei Ciclostomi e, tra i Condritti, negli Olocefalisono presenti in tutti gli altri Vertebrati con una struttura pressappoco simile, fatta eccezione per gli Anfibi Anuri, nei quali la funzione delle coste è adempiuta dai lunghissimi processi trasversi delle vertebre. Nella loro forma tipica le coste sono articolate, all'estremità prossimale, alle apofisi basali (Pesci) o centrali (Tetrapodi) delle vertebre del tronco, mentre all'estremità distale possono essere libere o saldate allo sterno (Tetrapodi). Negli Anfibi le coste sono sempre molto ridotte e non raggiungono mai lo sterno. Tra i Rettili vi è una notevole variazione nella struttura delle coste e nell'articolazione (singola o doppia) con le vertebre. Negli Uccelli le coste cervicali sono fuse alle vertebre. Nei Mammiferi le coste sono presenti in tutte le vertebre toraciche; le vertebre lombari hanno dei lunghi processi trasversi che, come nel caso delle vertebre cervicali, sono formati da coste fuse. Le coste derivano sempre da formazioni cartilaginee e tali restano nei Condritti, mentre in tutti gli altri Vertebrati sono ben ossificate.