Questo sito contribuisce alla audience di

caliche

sm. spagnolo.

1) Crosta calcarea che ricopre formazioni porose permeabili costituite da sedimenti incoerenti ciottolosi, sabbiosi, limosi, ecc., diffusa nelle regioni a clima desertico o semidesertico. I calichi, dello spessore di qualche decina di centimetri, ma talvolta superiore anche al metro, si sono originati in conseguenza della rapida evaporazione di acque superficiali ricche di sali e infiltratesi nel terreno. Non sono di formazione attuale, ma risalgono a un periodo con clima più umido di quello interessante le regioni in questione; presentano pertanto un notevole interesse per la ricostruzione delle condizioni paleoclimatiche di una zona.

2) Il materiale grezzo dei giacimenti cileni di nitrati, formato da una mescolanza di nitrato di sodio, di glauberite, di salgemma, di anidrite, di gesso, ecc.

Collegamenti