Questo sito contribuisce alla audience di

caprimulgo

sm. (pl. -gi) [dal latino caprimulgus, da capra+mulgēre, mungere]. Denominazione comune di Uccelli Caprimulgiformi spettanti a vari generi (vedi anche succiacapre) della famiglia dei Caprimulgidi e al genere Aegotheles della famiglia degli Egotelidi. Il caprimulgo vessillifero (Caprimulgus vexillaria=Caprimulgus longipennis), diffuso nell'Africa centrale e meridionale, ha una macchia bianca sulla gola, alcune remiganti molto lunghe (la nona può raggiungere i 70 cm nel periodo degli amori); la coda è nerastra, il capo presenta striature nere. Il caprimulgo dalla coda lunga (Scotornis climacurus), che vive in tutta la zona tropicale dell'Africa, misura ca. 37 cm di cui 28 ca. sono di coda. Il caprimulgo gufo (Aegotheles cristata), diffuso in Australia, Tasmania e Nuova Guinea, ha colore bruno con striature bianche nelle parti superiori, bianco con striature nere in quelle inferiori; il becco è assai simile a quello dei rapaci e il capo somigliante a quello dei gufi.