Questo sito contribuisce alla audience di

ciarda

sf. [dall'ungherese csárda, trattoria]. Danza nazionale ungherese diffusa nel sec. XIX. Simile al settecentesco verbunkos, è una danza di corteggiamento in tempo binario, caratterizzata da numerose sincopi e formata da due parti: un'introduzione lenta chiamata lassu, eseguita da un uomo solo in mezzo al circolo dei danzatori, e una danza vivacissima chiamata friska, eseguita da coppie che in piena libertà di movimenti creano fantasiose figurazioni. Famosi esempi di composizioni classiche ispirate alla ciarda sono la Rapsodia ungherese n. 2 di Liszt e il Divertissement à la Hongroise op. 54 di Schubert.