Questo sito contribuisce alla audience di

cipollatura

sf. [da cipollato (aggettivo)]. Costituzione difettosa del legname che consta nell'interruzione della continuità della massa legnosa in corrispondenza delle zone che delimitano gli anelli annuali nel fusto, per cui essi risultano staccati in tutto o in parte fra di loro: può essere provocata da cause diverse, ma generalmente è dovuta all'azione del vento o del gelo. Fra le numerose specie di piante che ne vanno soggette le più importanti sono il castagno e l'abete bianco. La cipollatura costituisce un inconveniente grave, in quanto rende praticamente impossibile l'utilizzazione del legname come materiale da lavoro.