Questo sito contribuisce alla audience di

clausura

sf. [sec. XIV; dal latino tardo clausura, da claudĕre, chiudere]. Divieto a religiosi di entrambi i sessi di uscire dalle rispettive case dell'ordine, e ai secolari di entrare nei monasteri di persone di sesso diverso; è propria di tutti gli ordini religiosi occidentali e orientali e venne regolata da leggi ecclesiastiche sin dal sec. IV. Si distinguono la clausura papale (imposta alle case religiose maschili e femminili di voti solenni) e la clausura vescovile (limitata ai locali di abitazione dei religiosi).

Media


Non sono presenti media correlati