Questo sito contribuisce alla audience di

codóne (zoologia)

sm. [sec. XIX; da coda]. Uccello anseriforme (Anas acuta) della famiglia degli Anatidi, facilmente distinguibile per la coda lunga e appuntita, oltre che per la conformazione generale, che è più snella rispetto ad altre anatre di superficie. Il maschio, elegantissimo, è caratterizzato da una striscia bianca che, partendo dal petto, pure candido, risale lungo i due lati del collo che è di colore marrone. La femmina ha una colorazione bruna, con becco grigiastro. Lo specchio alare è marrone. Il codone, che misura 50-70 cm, frequenta soprattutto le acque litorali, dolci e salmastre, e si nutre di vegetali e invertebrati. Distribuito ampiamente nell'emisfero boreale, migra, in inverno, verso il meridione. In Italia è svernante, poco comune, e si associa spesso al fischione.

Media


Non sono presenti media correlati