Questo sito contribuisce alla audience di

collagenopatìe

sf. pl. [da collageno+-patia]. Malattie acute o croniche del connettivo, caratterizzate da profonde alterazioni a carico del collagene e della sostanza fondamentale. Le più comuni sono: il reumatismo articolare acuto, l'artrite reumatoide, il lupus eritematoso, la sclerodermia, la dermatomiosite, la poliartrite. In questi processi morbosi si ha sia la degenerazione dei costituenti connettivali e la comparsa di una sostanza fibrillare detta fibrinoide per alcune sue proprietà tintoriali simili a quelle della fibrina. Al fenomeno della degenerazione fibrinoide del connettivo sarebbe inoltre legata la formazione nei tessuti di particolari cataboliti tossici che scatenano la reazione infiammatoria con edemi, infiltrazione cellulare e fibrosi in vari territori dell'organismo. Numerosi dati suggeriscono che tra i fattori causali delle collagenopatie hanno un ruolo importante i fenomeni autoimmunitari.

Media


Non sono presenti media correlati