Questo sito contribuisce alla audience di

colombèlla

sf. [sec. XV; dim. di colomba].

1) Uccello columbiforme (Columba oenas) della famiglia dei Columbidi. Lunga ca. 30 cm, di colore grigio, pur assomigliando al colombaccio e al piccione selvatico, se ne distingue per l'assenza del bianco sul collo, sulle ali e sul groppone; inoltre il collo presenta riflessi verdi e il petto è bruniccio, mentre sulle ali appaiono due brevi barre nere. La colombella vive in Europa, Asia occidentale e Africa settentrionale, compiendo spostamenti verso sud durante l'inverno. Vive di preferenza nei parchi alberati e nei boschi, nidificando spesso nelle cavità dei tronchi. In Italia è abbastanza comune, ma non quanto il colombaccio.

2) Fig., ragazza pura, mite, ingenua; talora in senso ironico.

3) Frutto che matura prima degli altri e annuncia la maturazione vera e propria.

4) In tipografia, filetto che separa le due colonne di una pagina.

5) Come loc. avverbiale: a colombella, a perpendicolo.

Media


Non sono presenti media correlati