Questo sito contribuisce alla audience di

complùvio

sm. [sec. XVIII; dal latino compluvíum].

1) Ampia apertura al centro nel tetto dell'atrio della casa romana, attraverso la quale l'acqua piovana scendeva nel sottostante bacino, detto impluvio (Pompei: Casa del Fauno, di Menandro, dei Vettii). Nell'edilizia moderna, spigolo di un diedro concavo, formato dall'intersezione di due falde del tetto, verso il quale confluisce l'acqua piovana; linea di compluvio, lo stesso che conversa.

2) In geografia fisica e in topografia, lo stesso che impluvio.

Media


Non sono presenti media correlati