Questo sito contribuisce alla audience di

conclusióne

sf. [sec. XIII; dal latino conclusío-ōnis, chiusura].

1) Il concludersi; il compimento e la fine di un fatto, di un'azione, di un evento.

2) Modo di terminare un'opera letteraria: bisogna modificare la conclusione del romanzo. Nelle loc.: venire alle conclusioni, venire al sodo, alla sostanza di un discorso; trarre le conclusioni, arrivare a deduzioni coerenti; in conclusione, in fine, per farla breve; discorso senza conclusione, che non significa, che non dimostra nulla.

3) In diritto, per lo più al pl., secondo il Codice di Procedura Civile, le richieste che vengono proposte al magistrato dalle parti di un giudizio. Esse debbono già essere esposte nell'atto di citazione, ma possono essere ancora modificate nella prima udienza e nelle seguenti fino a quando il giudice istruttore non abbia rimesso la causa, per la decisione, al collegio giudicante.

4) Disus., tesi, affermazione da dimostrarsi.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti