Questo sito contribuisce alla audience di

condroitinsolfato

sm. Composto isolato originariamente nella cartilagine e riconosciuto in seguito un normale componente della sostanza fondamentale del tessuto connettivo. È un mucopolisaccaride costituito da catene di unità di N-acetil-D-galattosammina esterificate con acido solforico e unite con legame β-glucosidico all'acido glucuronico:

Nei tessuti animali il condroitinsolfato è legato al calcio, per il quale ha grande affinità, oppure combinato con proteine in complessi detti mucoidi, che prendono nomi diversi secondo il tessuto di origine: osteomucoide, condromucoide, coriomucoide, tendomucoide, ecc. Per azione dell'enzima condrosolfatasi, il condroitinsolfato si trasforma in un residuo detto condroitina, mediante liberazione di acido solforico. La condroitina, trattata con acidi diluiti, si scinde a sua volta in acido acetico e condrosina. In base alle caratteristiche chimiche, fisiche e alla tendenza a formare complessi proteici si distinguono tre tipi di condroitinsolfato, detti A, B e C. Il condroitinsolfato A si trova nella cartilagine mentre la varietà B è presente nei tendini, nelle valvole cardiache, nell'aorta e nella pelle assieme al condroitinsolfato C.