Questo sito contribuisce alla audience di

crepitàcolo

sm. [sec. XVII; dal latino crepitacŭlum, sonaglio].

1) Strumento costituito da una tavoletta di legno e una rotella dentata, che produce un rumore crepitante; battola.

2) Strumento musicale del gruppo degli idiofoni, che produce, per scuotimento, un caratteristico rumore secco e crepitante. I crepitacoli possono essere realizzati in forme e materiali diversi, per lo più a base lignea; derivano probabilmente da grossi frutti essiccati, svuotati e riempiti di sassolini od ossicini, usati per scopi magici da sciamani e stregoni. Nell'antica India erano usati crepitacoli di metallo mentre in Africa sono diffusi crepitacoli realizzati con fibre intrecciate. Lo strumento viene largamente usato anche nelle orchestre di musica afrocubana (maracas); questo tipo deriva da quello adottato per scopi rituali (mazaca) dai Tupí-Guaraní dell'America Meridionale.

Media


Non sono presenti media correlati