Questo sito contribuisce alla audience di

cresèide

sf. [dal greco króiseios (stater), (statere) di Creso]. Moneta coniata sia in oro sia in argento da Creso, re di Lidia, nel sec. VI a. C., con al recto protomi di toro e leone affrontate e al verso due quadrati incusi. Si coniò pure la mezza creseide di ca. 5,70 g.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti