Questo sito contribuisce alla audience di

cretése-bizantina, scuòla-

tra il sec. XIV e il XV fiorì a Creta (Candia) una scuola pittorica – di cui sono rimasti numerosi affreschi – legata ancora alla tradizione della provincia bizantina, con forti residui paleocristiani. Alla fine del sec. XV nacque invece nell'isola una vera e propria scuola cretese, che divenne fecondissima soprattutto nella produzione di icone. Questa scuola, derivata dall'arte tardo-paleologa per diretta influenza di artisti bizantini esuli nell'isola dopo la caduta di Costantinopoli, ebbe diffusione non solo in Grecia, dove larghe tracce sono rinvenibili negli affreschi cinquecenteschi dei conventi del Monte Athos e delle Meteore, ma anche nei Balcani e a Venezia. Quest'ultima città fu anche sede di una colonia di cretesi, attivi fino alla metà del Settecento e che furono portatori della maniera dei pittori di icone post-bizantine detti a Venezia “madonnari”. Essi subirono a loro volta l'influsso della pittura veneziana: da questo ambiente uscì El Greco.

Media


Non sono presenti media correlati