Questo sito contribuisce alla audience di

crocidura

sm. (pl. -i) [sec. XIX; dal greco krokýs-ydos, fiocco+urá, coda]. Nome delle numerose specie di Insettivori Soricomorfi Soricidi appartenenti al genere Crocidura, diffuse in Europa, Asia e Africa. Di forme simili ai toporagni del genere Sorex, ma di corporatura più massiccia, con orecchie emergenti dalla pelliccia, se ne distingue anche per l'assenza dell'apice rosso dei denti, tipico dei Sorex. Annovera in Italia 3 specie, tra cui la crocidura rossiccia o topino pettirosso (Crocidura russula), lunga 6-10 cm, con coda di 3-5 cm e folta pelliccia, superiormente bruno-bistro scuro, inferiormente grigio chiaro, sfumata di giallastro. Vive dalla pianura alla montagna, sino a 1500 m, prediligendo località aperte e prati asciutti. Caccia soprattutto di notte. Le altre specie italiane sono Crocidura leucodon e Crocidura suaveolens.

Media

Crocidura leucodon.