Questo sito contribuisce alla audience di

dama (gioco)

antico e popolare gioco da tavolo in cui due giocatori muovono a turno le pedine su una scacchiera. È diffuso in due varianti: all'italiana, su damiere di 64 caselle bianche e nere con 12 pedine per ciascuno dei due giocatori; alla polacca o dama internazionale, in uso in Francia, Germania, Spagna, ecc., su damiere di 100 caselle con 20 pedine a testa. Nella fase iniziale i due giocatori, che si fronteggiano, allineano le proprie pedine (nere per l'uno, bianche per l'altro) sulle caselle delle 3 (dama all'italiana) o 4 (dama alla polacca) file più esterne del damiere. Nella dama all'italiana, le pedine si muovono in direzione dello schieramento avversario, spostandosi di una casella alla volta lungo le diagonali nere. È d'uso che la prima mossa tocchi al giocatore che possiede le pedine bianche; quindi, muovendo a turno una pedina per volta, i giocatori cercano di eliminare o di immobilizzare le pedine avversarie e di ottenere così la vittoria. Una pedina "mangia", cioè elimina dal gioco, un'avversaria quando questa si trova in una casella adiacente e sulla stessa diagonale ed è seguita da una casella libera, che verrà occupata dalla pedina vincente. La presa può essere doppia o tripla quando le pedine avversarie si trovino alternate a caselle libere. Nelle condizioni opportune mangiare è d'obbligo: in caso di distrazione o di rifiuto, l'avversario può eliminare dal gioco ("soffiare") la pedina che non ha mangiato. Quando una pedina raggiunge una casella della fila estrema in campo avversario, diventa dama e a essa, per distinguerla, si sovrapporrà una pedina dello stesso colore. La dama si muove liberamente di una casella alla volta in ogni direzione, può scegliere se mangiare o meno le pedine dell'avversario ma deve mangiarne le dame. Nella dama alla polacca, pur restando immutata la meccanica fondamentale, il gioco è più complesso e duttile, e per il maggior numero di pezzi e per la loro maggior libertà di movimento: le pedine possono infatti arretrare per mangiare e le dame si muovono lungo le diagonali di un numero qualunque di caselle libere. Per la dama cinese, vedi halma.

L. Franzioni, Il gioco della dama, Milano, 1945; F. Lavizzari, Il libro completo della dama, Milano, 1967; C. A. Fatter, Imparo la dama, Milano, 1988.

Media

Dama.

Collegamenti