Questo sito contribuisce alla audience di

diatermocoagulazióne

sf. [dal greco diáthermos, caldo in profondità+coagulazione]. Fenomeno che si verifica in corrispondenza dell'elettrodo attivo quando si fa attraversare l'organismo da una corrente ad alta frequenza. Nel punto di contatto si ha la distruzione delle cellule, una rapida evaporazione dell'acqua dei tessuti immediatamente circostanti, con coagulazione delle albumine. La diatermocoagulazione si usa come mezzo di dieresi chirurgica per tessuti e organi molto vascolarizzati, infetti, o invasi da neoplasie; inoltre, anche come mezzo di emostasi. È detta anche elettrocoagulazione.

Media


Non sono presenti media correlati