Questo sito contribuisce alla audience di

display

s. inglese usato in italiano come sm. (propr. visualizzatore). Dispositivo che visualizza informazioni, sotto forma sia di testo sia di immagini: il segnale centrale viene riprodotto sul display del ricevitore; per estensione anche i dati così forniti. § I display vanno dalle poche righe di cifre (o lettere) degli indicatori delle calcolatrici ai più grandi formati degli schermi per elaboratori personali (PC). I display più semplici sono costituiti da alcune celle elementari, ciascuna un insieme di segmenti o una matrice di punti . Con sette segmenti si può rappresentare un numero compreso fra zero e nove, con una matrice tipica, di 5×7 o 7×9 punti, tutti i caratteri alfanumerici. I display per schermi di elaboratore visualizzano, nel modo alfanumerico, una pagina che può avere strutture diverse (per esempio, di 24 righe e 80 caratteri per riga). Nel modo grafico, i display presentano in genere la risoluzione standard video di 640×240 pixel . Nei PC portatili (laptop) i display sono realizzati mediante schermi a cristalli liquidi a colori con pilotaggio elettronico di tipo a matrice attiva in modo da evitare lo sfarfallamento dell'immagine quando il computer viene usato per applicazioni multimediali come immagini in movimento; display di tipo simile sono usati nella strumentazione elettronica (oscilloscopi). I progressi negli schermi a cristalli liquidi hanno permesso di ottenere display visualizzabili anche per osservazione obliqua, caratteristica difficilmente ottenibile in quelli di prima generazione, nei quali era obbligatoria l'osservazione frontale.