Questo sito contribuisce alla audience di

duétto

sm. [sec. XVII; dim. di duo]. Composizione vocale o strumentale per due solisti di uguale importanza, con o senza accompagnamento. Anche sinonimo di duo. Fig., per lo più in forma escl., detto di persone che vengono a diverbio, di bimbi che piangono: che duetto fanno quelli! Per estensione, riferito a persone che sono accoppiate in maniera simpatica: sono proprio un bel duetto! § La forma più antica del duetto vocale sembra essere, nella musica occidentale, il gymel(cantus gemellus) inglese. Esso è successivamente presente in alcuni episodi della musica polifonica dei sec. XV-XVI, o in vere e proprie composizioni a due voci dello stesso periodo, come il bicinium. Nel secolo seguente si diffuse il duetto da camera con basso continuo, le cui forme si svilupparono parallelamente a quelle della monodia accompagnata e della cantata a voce sola. Il duetto divenne poi componente importante anche dell'opera. § In etologia, duetto canoro, canto in coppia effettuato prevalentemente da uccelli di vari ordini in cui i partner si alternano nell'emissione di vocalizzazioni che, negli Uccelli, possono essere intere strofe (canto alternato) o singole sillabe (duetto vero e proprio) dell'intero canto in successione così stretta che il canto sembra emesso da un solo uccello. Nelle specie monogame che vivono in zone boscose, in cui i partner si conoscono individualmente, i duetti canori permettono di mantenere il contatto a distanza; più in generale, tuttavia, rappresentano una forma di corteggiamento e manifestano il legame esistente fra i membri della coppia. Si conoscono duetti anche in alcuni Mammiferi.