Questo sito contribuisce alla audience di

eclìttica

sf. [sec. XVI; f. di eclittico]. Cerchio massimo definito dall'intersezione della sfera celeste con il piano dell'orbita della Terra attorno al Sole, ovvero dell'orbita apparente del Sole attorno alla Terra. Il nome di eclittica deriva dal fatto che condizione necessaria, ma non sufficiente, perché si verifichi un'eclissi, sia di Sole sia di Luna, è che la Luna si trovi esattamente sul piano dell'eclittica. La retta passante per il centro dell'eclittica, e a essa perpendicolare, è detta asse dell'eclittica; le intersezioni dell'asse dell'eclittica con la sfera celeste sono dette poli dell'eclittica. Il polo N, nel sistema equatoriale, possiede le seguenti coordinate: α=18h, δ=+66º 33´ e si trova nella costellazione del Dragone. Il polo S è localizzato nel Dorado ad α=6h e δ=-66º 33´. Più esattamente, l'eclittica è l'intersezione della sfera celeste con il piano nel quale si trovano la linea che congiunge il centro del Sole con il centro di massa del sistema Terra-Luna e la direzione del moto di questo sistema attorno al Sole. Poiché il centro di massa del sistema Terra-Luna non coincide con il centro della Terra, ma si trova a 4700 km ca. da questo (cioè ca. 1700 km sotto la superficie terrestre), mentre l'origine delle coordinate eclittiche è proprio il centro della Terra, ne consegue che le coordinate eclittiche del Sole (in particolare la latitudine eclittica) subiscono delle oscillazioni, di ampiezza massima 0‟,8, in quanto la Terra viene a oscillare sopra e sotto l'eclittica a causa del moto di rivoluzione suo e della Luna attorno al comune centro di massa. L'eclittica attraversa le dodici costellazioni dello zodiaco, nonché la costellazione di Ofiuco, ed è inclinata di un angolo pari a 23º27´, detto obliquità dell'eclittica, sull'equatore celeste. Il punto di intersezione nel quale il Sole attraversa l'equatore da Sud a Nord è il punto γ, o primo punto d'Ariete, origine di alcune coordinate celesti.

Media


Non sono presenti media correlati