Questo sito contribuisce alla audience di

economicità

sf. [der. di economico]. Originariamente l'economicità veniva definita come la capacità di ottenere il massimo risultato con l'impiego del minimo mezzo; più correttamente l'economicità può essere intesa come quella condizione che consente all'azienda l'autosufficienza economica nel tempo, ossia la capacità di remunerazione delle risorse, richieste per lo svolgimento del processo produttivo, alle condizioni vigenti sul mercato. Nell'analisi della redditività globale dell'impresa viene individuata l'area dell'economicità includente le relazioni instauratesi tra i ricavi di vendita dei prodotti finiti e i costi di acquisto dei fattori produttivi. Il passaggio dall'area dell'efficienza, relativa ai rapporti espressi in quantità fisica tra fattori e prodotti, all'area dell'economicità, che esprime i medesimi rapporti in valori monetari, consente di pervenire all'area della redditività che include anche altre variabili aziendali relative ai finanziamenti e ai risultati delle gestioni non tipiche.

Media


Non sono presenti media correlati