Questo sito contribuisce alla audience di

eczèma

sm. (pl. -i) [sec. XIX; dal greco ékzema]. Sindrome morbosa, espressione di un'intolleranza della cute verso stimoli di vario tipo. È determinata istopatologicamente da un'infiammazione sierosa, prevalentemente a carico dello strato papillare del derma e da una spongiosi focale dello strato malpighiano dell'epidermide con successiva formazione di microvescicole. Le lesioni cutanee solitamente sono pruriginose, a volte può essere presente lichenificazione da sfregamento o grattamento. Dal punto di vista clinico si differenziano diverse forme di eczemi: eczema volgare o vero, con vescicole emisferiche, a contenuto sieroso limpido, che tendono a rompersi spontaneamente. Cessata la fase essudativa si ha una fase di desquamazione con successiva normalizzazione completa della cute. Eczema rubrum o madidans o acuto, con vescicole che tendono a riunirsi e formare chiazze sempre più vaste. Nelle forme a lungo decorso o in quelle riacutizzate possono coesistere forme di abrasione umide e zone eritematose. Queste aree squamose, che possono sussistere anche da sole, costituiscono il cosiddetto eczema secco o squamoso. Eczema lichenoide, con ispessimento della cute e zone circoscritte percorse in ogni senso da solchi e strisce che si intersecano a mosaico. Eczema ipercheratosico, con iper- e paracheratosi, associate a ispessimento della cute e presenza di spaccature ragadiformi. Eczema seborroico, con aree di eritema sopra cui esistono squame giallastre piuttosto grasse o squame-croste: predilige la zona mediana anteriore e posteriore del torace, il cuoio capelluto, i solchi nasolabiali, le sopracciglia, le ascelle e il pube. Eczema disidrosico, con distacchi bollosi o flittenulari e fenomeni di macerazione; la localizzazione prevalente di questo tipo di eczema è sulle facce laterali delle dita, sul palmo e sulle piante delle mani e dei piedi. Eczema delle casalinghe, dermatite localizzata alle mani dovuta all'uso di detersivi e prodotti utilizzati nell'igiene della casa. La ripetuta esposizione ai detergenti e all'acqua o la sudorazione causata dall'uso di guanti di gomma possono diminuire la protezione naturale della cute e provocare una dermatite eczematosa. L'Eczema herpeticum (eruzione varicelliforme di Kaposi), deriva dalla complicanza dell'eczema atopico infantile o dell'adulto, più raramente di altre dermatosi, per infezioni sovrapposte da virus Herpes simplex, più raramente da Coxackie A16. Dopo un periodo di incubazione di 10 giorni ca., si ha la comparsa di vescicole che si trasformano in pustole. Si può avere edema localizzato con linfoadenopatia regionale e febbre alta. § Tutte le forme di eczema sono in fase di incremento. È infatti sempre maggiore la probabilità di contatto con sostanze chimiche attive che sostituiscono quelle naturali nella sensibilizzazione dell'organismo. Il problema supera l'ambito della medicina del lavoro e coinvolge tutti gli aspetti della vita umana: all'elenco degli eczemi professionali si aggiungono quelli da cosmetici, da fibre sintetiche (soprattutto nylon soprattutto), da detersivi, da antiparassitari e da altre sostanze capaci di ledere transitoriamente o perennemente la cute.