Questo sito contribuisce alla audience di

emopneumotorace

sm. [emo-+pneumotorace]. Versamento di sangue nel cavo pleurico, che può verificarsi in seguito a traumi toracici, come una frattura costale, a rottura di un aneurisma delle arterie intercostali, più raramente può rappresentare la complicanza di un deficit della coagulazione (emotorace) associato a raccolta di aria (pneumotorace). La raccolta gassosa tende a portarsi in alto verso gli apici polmonari e il sangue verso le basi, risalendo eventualmente di lato. I sintomi sono legati al collasso polmonare e alla contemporanea perdita ematica, che può anche essere di qualche litro, e consistono in una insufficienza respiratoria sommata ad anemia più o meno grave. L'emopneumotorace è spesso conseguenza di ferite penetranti nel cavo pleurico che determinano lesioni dei vasi parietali, polmonari o mediastinici. La formazione di coaguli e il processo di defibrinazione determinato dai movimenti ritmici del polmone possono mantenere il versamento ematico a lungo allo stato liquido, mentre in seguito la fibrina può formare una cotenna sul polmone con tendenza alla rapida trasformazione connettivale (filotorace). La guarigione clinica è ottenibile, nei casi più gravi, con una duplice toracostomia decompressiva, agevolmente eseguibile in anestesia locale con rapido sollievo del paziente: il tubetto di drenaggio per la bolla gassosa viene introdotto anteriormente in alto (poco sotto la clavicola) e quello per il deflusso del sangue in basso e lateralmente. Entrambi sono poi collegati per qualche giorno a bocce sterili di aspirazione.