Questo sito contribuisce alla audience di

empìrico

agg. (pl. m. -ci) [sec. XIV; dal latino empirícus, che risale al greco empeirikós]. Di asserzione o cognizione che risulti dall'esperienza; in questo senso generale si oppone a razionale. Platone se ne servì per indicare quelle attività che, a differenza dell'arte, ignorano la ragione dell'uso dei propri mezzi. In epoca moderna Kant contrappone ciò che è “a priori”, indipendente dall'esperienza, da ciò che è “a posteriori”, empirico, derivante da essa.

Collegamenti