Questo sito contribuisce alla audience di

eroina (tossicologia)

sf. [sec. XIX; da eroe, per l'azione eccitante]. Composto chimico, derivato della morfina, di formula

detto anche diacetilmorfina. È una polvere bianca, cristallina, di sapore amaro, che si ottiene per trattamento della morfina con cloruro di acetile; esposta all'aria assume colore scuro e odore di acido acetico; in acqua calda si scinde in acido acetico e morfina. Introdotta in terapia alla fine del secolo scorso come sostituto della morfina perché ritenuta priva di azione stupefacente (tanto che fu usata non solo come analgesico, ma anche per il trattamento disintossicante dei morfinomani), fu abbandonata in medicina quando si constatò che la sua tossicità è notevolmente superiore a quella della morfina. È una sostanza di largo uso tra i tossicomani per la sua azione rapida e intensa.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti