Questo sito contribuisce alla audience di

erróre

Lessico

sm. [sec. XIII; dal latino error-ōris, da errāre, vagare, sbagliare].

1) L'allontanarsi dalla norma, dalla verità: errore di ortografia; cadere in errore, essere in errore, sbagliare; salvo errore, detto per attenuare un'affermazione; per errore, per distrazione, per sbaglio. § In particolare, in pedagogia, nell'ambito della moderna didattica, considerazione dell'errore che si fonda sull'individuazione della natura e delle cause psicologiche (H. Weimer) e sociali dell'errore, cui deve necessariamente seguire una nuova prassi della correzione, la quale non dovrà ridursi alla semplice ricognizione dell'errore, ma tendere invece alla rimozione dei fattori che lo determinano.Per l'accezione in filatelia, vedi francobollo.

2) Per estensione, colpa, traviamento morale o religioso: la Chiesa condanna gli errori degli eretici;errori di gioventù, commessi per mancanza di esperienza. Anche calcolo, valutazione sbagliati: è stato un errore scendere a patti.

3) In metrologia e in statistica, differenza tra il valore reale e quello misurato di una grandezza, di un campione, ecc. In particolare, in informatica, qualsiasi deviazione di una quantità elaborata dal valore teorico o vero della quantità stessa; errore di arrotondamento è l'errore che si commette eliminando le cifre meno significative di un numero e arrotondando le ultime due cifre al valore più vicino, superiore o inferiore; errore di troncatura, l'errore che si commette usando un numero finito di termini di una serie infinita.

4) In cartografia l'errore di graficismo è quello che si commette nel tracciare un particolare lineare con un segno grafico il più sottile possibile, tenuto conto dell'accuratezza visiva. In genere è convenzionalmente tollerato un errore di graficismo pari a un quinto di millimetro (0,2 mm). Al variare del denominatore della carta l'errore di graficismo assume valori diversi; per esempio in una carta tecnica al 5000 è di 1 m, in una al 10.000 è di 2 m, in una carta topografica al 25.000 è di 5 m e così via. Generalmente si identifica con l'approssimazione della carta cui si riferisce.

5) Lett., l'andar vagando: “cerchi a lungo error riposo e nido” (Metastasio).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti