Questo sito contribuisce alla audience di

esegèta

sm. e f. (pl. m. -i) [sec. XIX; dal greco exēgētḗs]. Chi si occupa di esegesi; in particolare, nell'antica Grecia, l'interprete degli oracoli e dei sogni. A interpretare gli oracoli della Pizia erano scelte persone a ciò elette dal popolo; le due famiglie degli Eumolpidi e degli Eupatridi erano custodi del rituale della consultazione. Vi erano anche esegeti dei misteri, in riferimento probabilmente ai riti eleusini. Più tardi l'esegeta divenne un vero giureconsulto, che allargò la sua attività a tutto il diritto sacro: nell'Egitto tolemaico egli era un pubblico funzionario, che, secondo Strabone, difendeva il diritto dei comuni contro ogni intrusione straniera. Nel campo religioso cattolico l'esegeta è il commentatore delle Sacre Scritture.