Questo sito contribuisce alla audience di

eucalipto

sm. [sec. XVII; da eu-+greco kalyptós, coperto]. Nome comune usato per indicare le piante del genere Eucalyptus di piante della famiglia Mirtacee con ca. 500 specie originarie dell'Australia, alcune delle quali coltivate in vari Paesi a clima caldo. Sono alberi di grandi dimensioni, con foglie di due tipi: ovali, sessili e opposte sui rami giovani; verticali, alterne, picciolate e falciformi su quelli adulti. I fiori, ermafroditi, quando sono in bocciolo hanno la forma di una piramide rovesciata sormontata da un coperchietto che a maturità si stacca lasciando scoperti i numerosi stami; il frutto è una capsula con 4 logge che contengono semi molto piccoli. Numerosi tipi di eucalipto producono legnami pregiati, colorati in rosso o in bruno, mentre la corteccia è ricca di tannino. Le foglie danno oli essenziali usati in profumeria e in medicina quali l'olio di eucalipto, liquido incolore o giallognolo, di odore aromatico gradevole, contenente ca. il 70% di eucaliptolo. In Italia si coltiva Eucalyptus globulus.

Media

Eucalipto.