Questo sito contribuisce alla audience di

eupèptico

agg. e sm. (pl. m. -ci) [sec. XX; da eupepsia]. Sostanza che stimola la funzione digerente dello stomaco favorendo la secrezione dei succhi gastrici. Oltre agli amari, possiedono azione eupeptica numerose droghe vegetali adoperate in cucina per rendere più appetitosi i cibi. Queste droghe, che comprendono fiori (chiodi di garofano, zafferano, timo), foglie (rosmarino, menta, salvia, lauro, origano), frutti (anice, cedro, finocchio, cardamomo), semi (pepe, senape, noce moscata), rizomi e radici (zenzero, liquirizia), sensibilizzano i recettori gustativi e olfattivi, scatenando riflessi nervosi condizionati che aumentano la secrezione gastrica. Un'altra categoria di eupeptici è costituita da sostanze modicamente irritanti le quali stimolano con meccanismo diretto le ghiandole secernenti i succhi gastrici, aumentando inoltre l'irrorazione sanguigna della mucosa dello stomaco. In questo gruppo figurano l'alcol etilico in soluzione acquosa non superiore al 20-25% (concentrazioni superiori inattivano la pepsina), e le acque, naturali o artificiali, gasate con anidride carbonica.