Questo sito contribuisce alla audience di

eutrofìa

sf. [sec. XIX; dal greco eutrophía].

1) In medicina, stato di buona o normale nutrizione di un organo o di un tessuto.

2) In ecologia, stadio caratteristico di un ambiente ricco di elementi minerali nutritivi, assimilabili dalla vegetazione (per esempio l'humus di un suolo bruno ricco di calcio delle foreste dei climi continentali). In ambiente acquatico, analogamente, si distinguono acque eutrofiche (ricche di azoto, fosforo e calcio) con pH tendente alla basicità, che favoriscono un veloce e rigoglioso sviluppo di notevoli biomasse vegetali.