Questo sito contribuisce alla audience di

evoluzióne (lessico)

sf. [sec. XVIII; dal latino evolutío-ōnis, propr. lo svolgere qualche cosa].

1) Processo costituito da successive modifiche che portano, in modo continuo o discontinuo, da uno stato iniziale a uno finale; perfezionamento, progresso: l'evoluzione della scienza; l'evoluzione dello spirito; l'Otello segna un'evoluzione nello stile di Verdi. In particolari accezioni: A) evoluzione biologica, modificazione graduale delle forme e delle funzioni delle specie attraverso successive generazioni che pertanto finiscono col differenziarsi; per le modalità evolutive di animali e piante, vedi filogenesi; per quelle dell'uomo, vedi ominazione . B) In sociologia, processo che rende più complesso e articolato un sistema sociale. C) In astronomia, evoluzione stellare,evoluzione delle galassie,evoluzione dell'universo. D) In geografia fisica, evoluzione aciclica, successione di modificazioni geomorfologiche di una regione nella quale non si risconoscono i diversi cicli erosionali.

2) Serie di movimenti eseguiti con un ordine prestabilito; in particolare: A) combinazione dei movimenti per spiegare in battaglia un reparto; per estensione, ogni movimento di reparto sia in ordine chiuso sia per predisporsi al combattimento. È voce in progressivo disuso. B) Nella ginnastica, esercizio eseguito su comando per modificare la formazione o la direzione (o entrambe) di una squadra in movimento. C) Nei mezzi di trasporto, ogni spostamento del mezzo, effettuato secondo traiettorie diverse e con velocità variabile, secondo direzioni prefisse con scopi particolari (per esempio per manovra, per tattica bellica, ecc.). In particolare: prova di evoluzione:prova effettuata da una nave per ottenere informazioni sulle sue qualità evolutive.

3) Cambiamento di opinione, passaggio graduale da una posizione politica a un'altra: le abili evoluzioni dei politicanti.