Questo sito contribuisce alla audience di

fàcola o fàcula

sf. [sec. XIV; dal latino facŭla, piccola face, torcia].

2) Zona del disco solare più luminosa della circostante fotosfera. Strettamente associate alle macchie solari, le facole appaiono più chiaramente visibili sul bordo del Sole, ove l'assorbimento luminoso prodotto dagli strati fotosferici meglio ne evidenzia lo splendore. Ciò lascia comprendere che le facole rappresentano formazioni gassose situate a livelli superiori; anche la loro temperatura è più elevata del fondo fotosferico. Si ritiene che le facole siano il prodotto del surriscaldamento subito dal plasma solare, laddove sussistono “nodi” o “confluenze” magnetiche. La visibilità delle facole si accentua in cromosfera, ove permane più a lungo a evidenziare i centri di attività.

Media


Non sono presenti media correlati