Questo sito contribuisce alla audience di

fatamorgana o fata morgana

sf. [sec. XVII; dal nome della fata Morgana, personaggio delle novelle del ciclo bretone]. Fenomeno ottico complesso di miraggio, caratterizzato da distorsione verticale multipla dell'immagine, tanto che piccoli oggetti o piccoli animali appaiono distorti e ingigantiti in aria in scenari surreali e fantastici. Il fenomeno di fatamorgana è causato dalla stratificazione verticale di masse d'aria con differenti proprietà fisiche (temperatura, densità, umidità) che comportano differenti indici di rifrazione della luce. Esso si manifesta soprattutto su superfici fredde e riparate dal vento, come i laghi di origine glaciale, le insenature costiere e marine nelle quali vi sono acqua o correnti marine fredde, e talvolta anche su superfici innevate e ben riparate dal vento. Il nome di fatamorgana ha preso origine dagli scenari fantastici che, in determinate condizioni meteorologiche, appaiono sullo stretto di Messina, dove le case della sponda opposta allo stretto appaiono come grandiosi castelli di cristallo sul mare. Fatamorgana è frequente anche in altri luoghi, come per esempio sul lago Ness (Scozia) dove appariva in passato il “mostro di Loch Ness”, fenomeno dovuto probabilmente alla fatamorgana di qualche piccolo animale che nuotava nel lago. Altri fenomeni sono stati osservati nel lago Manitoba (Canada) e perfino nelle valli innevate dell'Himalaya.

Media


Non sono presenti media correlati