Questo sito contribuisce alla audience di

fiorino

sm. [sec. XIII; da fiore]. Moneta di Firenze (così detta dall'emblema del giglio, simbolo della città) coniata per la prima volta in argento intorno al 1180. Nel 1252 fu coniato il fiorino d'oro (di ca. 3,53 g), che costituì con il genovino la prima moneta d'oro medievale del mondo occidentale; recava al recto il giglio e al verso la figura di San Giovanni Battista. Coniato fino al 1533, il fiorino d'oro si diffuse in tutto il mondo medievale come una vera e propria moneta internazionale e fu imitato in numerosi Paesi: in Francia (ad Avignone dai papi), in Austria, in Germania, in Boemia (Gulden). Il nome di fiorino fu dato a numerose monete in Italia e fuori d'Italia; nel sec. XIX veniva dato alla moneta austriaca (in uso anche in Italia nel Lombardo-Veneto). È stato l'unità monetaria dei Paesi Bassi (divisa in 100 cents) fino al 31 dicembre 2001. Dal 1° gennaio 2002 veniva sostituito dall'euro, moneta unica dell'Unione Europea. § Il fiorino è l'unità monetaria dell'Ungheria (diviso in 100 fillér) e del Suriname (diviso in 100 centesimi).