Questo sito contribuisce alla audience di

fonoincisóre

sm. [fono-+incisore]. Apparecchio atto all'incisione dell'originale dei dischi fonografici. È costituito schematicamente da: un'apparecchiatura elettromeccanica per tenere in rotazione il disco, in pratica un motore elettrico trifase, il cui albero è collegato a un cambio di velocità corrispondente alle velocità standard di rotazione del disco; un cinematismo, chiamato unità trasversale, che determina la traslazione radiale della testina, costituito da un braccio B "Per lo schema dell’apparecchio vedi pg. 23 del 10° volume." , "Per la figura 1 vedi il lemma del 9° volume." comandato da una coppia vite-madrevite; una testina d'incisione, di tipo a bobina mobile, costituita da una bobina B "Per la figura 2 vedi il lemma del 9° volume." "Per lo schema della testina d’incisione a bobina mobile vedi pg. 23 del 10° volume." circolare, mobile nel campo magnetico creato da un magnete permanente M e alimentato dalla corrente fonica, sicché la bobina oscilla, in senso trasversale, determinando l'incisione mediante lo stilo S di zaffiro; un amplificatore di incisione, atto ad aumentare convenientemente la potenza elettrica corrispondente alla corrente fonica.