Questo sito contribuisce alla audience di

fràncio

sm. [sec. XX; da Francia]. Elemento chimico radioattivo di simbolo Fr e di numero atomico 87. Appartiene al sottogruppo IA del sistema periodico e rientra perciò nella famiglia dei metalli alcalini. La sua scoperta risale al 1939, quando esso venne individuato tra i prodotti di decadimento radioattivo di un isotopo dell'attinio, l'attinio 227. La quantità di francio contenuta nei minerali radioattivi è minima: così, i minerali di uranio in equilibrio radioattivo contengono, per 3 t di uranio, 1 g di radio e appena 1,34∤10-11 g dell'isotopo di numero di massa 223 del francio. Successivamente, attraverso reazioni nucleari diverse, si sono separati altri isotopi del francio (più di una ventina). Il francio si trova in natura solo in tracce infinitesime a causa della grande instabilità del suo nucleo atomico: pur formandosi di continuo dall'attinio, esso infatti scompare per disintegrazione radioattiva, con un periodo di semitrasformazione di appena 22 minuti. Gli isotopi artificiali del francio sono ancora più instabili e pertanto questo elemento non ha alcuna applicazione pratica.

Media


Non sono presenti media correlati