Questo sito contribuisce alla audience di

funghicoltura o funghicultura

sf. [da fungo+coltura]. Coltivazione dei funghi utili per l'alimentazione umana (funghicoltura propriamente detta) o per applicazioni industriali e per usi farmaceutici (micologia). La coltivazione dei funghi per uso alimentare è pratica molto antica, ma solo in tempi recenti ha assunto uno sviluppo considerevole: in varie parti del mondo si coltivano numerose specie di funghi mangerecci, anche se pochissime su larga scala. Si distingue una funghicoltura estensiva, che viene praticata nell'ambiente naturale e consiste più che altro nel favorire e incrementare, mediante speciali accorgimenti, la normale produzione dei funghi, e una funghicoltura intensiva, che rappresenta un'attività agricola particolare, basata sulla realizzazione di determinate condizioni di umidità, temperatura, aerazione e luce, nonché sulla disponibilità di concimi adatti e del micelio che costituisce il materiale di semina (bianco del fungo), caratterizzato da una buona e pronta germinabilità. La funghicoltura riguarda la coltivazione di poche specie saprofite, in particolare il prataiolo (Psalliota bispora), la pietra fungaia (Polyporus tuberaster), l'agarico nudo (Tricholoma nudum) e il piopparello (Pholiota aegerita). I metodi colturali più diffusi sono: il francese, che si pratica in ambienti sotterranei, quali vecchie cave o gallerie, usando come substrato letame equino fermentato, al quale viene somministrato il micelio; l'americano, in cui le colture sono effettuate in cassette sovrapposte sistemate in locali dotati di impianti particolari; il sistema misto, in cui la coltura inizia in locali chiusi, di tipo normale, e termina in ambienti sotterranei. Il ciclo di coltura tiene conto delle esigenze nutritive del fungo nella scelta e preparazione del substrato più idoneo, nell'aggiunta di microelementi minerali utili e indispensabili, nonché di vitamine e di sostanze di accrescimento. La funghicoltura, intesa soprattutto come coltivazione del prataiolo, è diffusa in Europa, America Settentrionale, Africa Meridionale, Asia orientale e Australia e si orienta soprattutto sul sistema americano.

Media


Non sono presenti media correlati