Questo sito contribuisce alla audience di

gallerìa (tecnica mineraria)

via sotterranea per il transito di persone e veicoli, per installazioni fisse di trasporto (nastri, ecc.) di tubazioni, di cavi elettrici, per convogliare l'aria di ventilazione, le acque di scolo. Le gallerie hanno sezione generalmente rettangolare, ma la corona può essere anche curvilinea: le gallerie per transito di vagonetti hanno in media sezioni con area di 3 m²; per doppio binario 8 m²; per autoveicoli a due carreggiate giungono fino a 20 m² e più, la pendenza varia dal 3 al 5‰. Le gallerie che si sviluppano su uno dei piani di livello nei quali è suddivisa la miniera, vengono dette di livello; quelle di accesso dall'estremo, con imbocco sul fianco di un monte, si chiamano: di ribasso, se sono situate più in basso delle altre gallerie; in traverso banco, se tagliano ortogonalmente la direzione degli strati; in direzione o in allungamento se ne seguono la direzione. Le gallerie scavate salendo o scendendo secondo la massima pendenza di uno strato si dicono rispettivamente rimonte e discenderie; le gallerie al limite verso l'alto di un pannello di coltivazione di strati inclinati si dicono di testa; quelle al limite inferiore di base. Le vie di trasporto del minerale dai cantieri al pozzo si chiamano gallerie di carreggio. Secondo la loro principale funzione, si distinguono gallerie di ricerca, di preparazione, di tracciamento, di ventilazione, di coltivazione, ecc. Le gallerie di scolo sboccano all'esterno in fondovalle o in mare o in un lago e servono a drenare una o più miniere.

Media


Non sono presenti media correlati