Questo sito contribuisce alla audience di

geotritóne

sm. [geo-+tritone]. Nome comune di un genere (Speleomantes) di Anfibi Urodeli della famiglia dei Pletodontidi endemico dell'Europa sudoccidentale e della Sardegna. Solo alla fine del sec. XX i geotritoni europei sono stati separati a livello classificatorio dai loro “cugini” californiani con i quali erano compresi nel genere Hydromantes e sono stati attribuiti al genere Speleomantes. I geotritoni sono caratterizzati da un corpo lungo ca. 11-12 cm, piuttosto gracile, di colore bruno a macchie gialle, con notevole variabilità a seconda delle popolazioni; le zampe sono parzialmente palmate e munite di brevi dita, capaci di assicurare un'ottima presa sul substrato e ciò fa sì che tali animali, a differenza degli altri Urodeli, siano ottimi arrampicatori (riescono a scalare pareti di roccia anche verticali). Durante il corteggiamento il maschio accarezza ripetutamente e dolcemente la femmina con il mento (provvisto di importanti ghiandole che rilasciano sostanze eccitanti: i ferormoni), dopodichè le circonda il collo e la testa con le zampe. La femmina depone le uova in buche nel terreno e le accudisce fino alla schiusa che può avvenire anche dopo un anno. Vivono in grotte umide e scure nelle quali sono sempre attivi; se escono all'aperto si muovono solo di notte. La cattura del cibo avviene mediante estroflessione della lingua che è lunga e con la punta ingrossata e appiccicosa. L'Italia è la nazione europea che ospita il più alto numero di specie di geotritoni. Infatti, dopo quelle principali individuate in passato (geotritone italiano e geotritone sardo), ne sono state scoperte altre cinque che, ritenute prima sottospecie, sono state successivamente elevate a rango specifico. I geotritoni presenti in Italia prendono spesso il nome dalle località in cui sono state individuate le prime popolazioni: geotritone italiano (Speleomantes italicus), geotritone di Ambrosi (Speleomantes ambrosii) e geotritone di Strinati (Speleomantes strinatii) che abitano la penisola, mentre geotritone sardo o geotritone di Genè (Speleomantes genei), geotritone di Monte Albo (Speleomantes flavus), geotritone imperiale (Speleomantes imperialis), geotritone del Supramonte (Speleomantes supramontis) sono tutte specie endemiche ed esclusive della Sardegna. Le tre specie continentali vivono sostanzialmente nelle regioni centrali e settentrionali dell'Italia; le quattro specie sarde hanno dimensioni leggermente maggiori (13-14 cm) rispetto a quelle continentali e presentano la testa maggiormente appiattita, la pelle più liscia e gli occhi prominenti.

Media


Non sono presenti media correlati